• COER

Oleotursimo una nuova forma di turismo

Aggiornato il: apr 8



Oleotursimo una nuova forma di turismo


In Italia non esiste solo l’enoturismo, legato al mondo del vino e dei viticoltori, ma anche l’oleoturismo che permette di conoscere il Belpaese attraverso i sapori dell’oro verde. Secondo i commi 513 e 514 della Legge di Bilancio 2020 l’oleturismo, alla pari dell’enoturismo, è riconosciuto come una forma di turismo legata ad un’eccellenza italiana.

Quando si parla di oleoturismo è bene sapere cosa esattamente consiste il turismo legata al mondo dell’olio extravergine di oliva.

  • Visite ai luoghi. Oliveti, frantoi, raccolte di strumenti per la coltivazione delle olive. Percorsi turistici veri e propri per far conoscere ai visitatori il mondo della produzione dell’olio EVO.

  • Degustazioni e commercializzazione. Il visitatore non solo può assaggiare i prodotti dell’azienda, ottenuti dall’attività legata all’olio extravergine di oliva, ma anche acquistare sul posto l’oro verde.

  • Attività didattiche e ricreative. Nei luoghi di coltivazione e produzione dell’olio EVO è possibile partecipare a attività formative ed educative volte a far conoscere in modo anche pratico questo interessante mondo.